Home Economia Civitanova, Bonifazi Group vince il premio Impresa Solidale

Civitanova, Bonifazi Group vince il premio Impresa Solidale

Civitanova, Bonifazi Group vince il premio Impresa Solidale
80
0

E’ la Bonifazi Group, in collaborazione con la onlus Semi di pace, la vincitrice del primo Premio Città Nuova – Impresa solidale indetto dall’Amministrazione comunale di Civitanova Marche, in collaborazione con l’Università di Camerino. La giuria che ha esaminato i sette progetti candidati al riconoscimento ha scelto all’unanimità l’attività promossa dall’azienda ternana insieme all’associazione con sede a Tarquinia, che hanno realizzato una scuola primaria in Camerun, a Batouri, nella regione est del Paese africano.

FDM_4061

Il progetto tecnico si compone di 3 edifici con 6 aule, 4 uffici, 2 laboratori, 2 magazzini, una sala per il consiglio, un impianto idraulico e la realizzazione di un pozzo.  La scuola è stata pensata per risolvere i problemi di bambini indigenti impossibilitati ad accedere alle scuole private. L’obiettivo, quindi, è quello di far crescere generazioni capaci di emergere da una situazione di estrema povertà attraverso la formazione e l’istruzione. A ritirare il premio è intervenuto il presidente del Bonifazi group Bruno Bonifazi, intenzionato ora a consolidare la collaborazione nata con la città di Civitanova Marche.

Insieme ai vincitori, sul palco di Piazza della libertà sono saliti anche gli altri partecipanti al concorso, che hanno avuto a disposizione alcuni minuti per descrivere l’attività svolta. Sono intervenuti i dirigenti del Porto d’Ascoli calcio, da 6 anni impegnato in un progetto di solidarietà in Madagascar con l’associazione Bambini di Manina; la cooperativa sportiva Il Grillo, che ha presentato il progetto “L’acqua per l’acqua”, per la creazione di pozzi in Africa; la Sbe Varvit Spa, con il suo fondo di solidarietà per famiglie indigenti in Serbia; l’associazione Teatro della solidarietà, che ha proposto ben tre progetti: Il nero fuori moda, Sostegno economico a famiglie in difficoltà, Scuola sicura.

“Ringrazio tutte le realtà che hanno preso parte a questa prima edizione del premio – ha sottolineato il sindaco Tommaso Claudio Corvatta – abbiamo scelto il progetto che ci sembrava più strutturato sia nel medio che nel lungo periodo, ma tutte le proposte esaminate erano assolutamente meritevoli, realizzate con grande sensibilità. Credo si sia scritta la prima pagina di un progetto che mi auguro possa consolidarsi da qui ai prossimi anni. Sono orgoglioso che la nostra città, attraverso questo premio, sia entrata in contatto come partner etico con importanti realtà imprenditoriali”.

La premiazione è arrivata al termine di una giornata intensa vissuta a Civitanova Alta, con una serie di iniziative sin dal pomeriggio, tutte sotto il segno della solidarietà. Si è iniziato al teatro Annibal Caro con la presentazione del libro di Valerio Calzolaio e Telmo Pierani “Libertà di migrare”. Alle 18 molto numeroso il pubblico per la tavola rotonda moderata dal giornalista Rai Francesco Giorgino sul tema “Quale spazio ha la solidarietà nell’economia dell’occidente”. Sono intervenuti Moni Ovadia, Alì Rashid, Paolo Giovannini, don Pasteur Manirambona. In serata l’evento finale, sempre a Civitanova alta, in Piazza della libertà, con il concerto di Giorgio Re, interrotto proprio per lo spazio dedicato al conferimento del Premio Città nuova – Impresa solidale.

Al progetto hanno aderito Omaz Srl, Cucine Lube, gruppo Aprile, Fondazione Carima, Fraternità sistemi, mentre per la composizione della giuria sono stati coinvolti Cgil Cisl e Uil, Confindustria, Confcommercio, Confartigianato, Cna, Consulta dei servizi sociali, Ambito territoriale XIV.

FDM_2332

(80)

LEAVE YOUR COMMENT