Home Sport CBF Balducci HR Macerata, Golden set fatale con Sassuolo

CBF Balducci HR Macerata, Golden set fatale con Sassuolo

CBF Balducci HR Macerata, Golden set fatale con Sassuolo
23
0

Golden set fatale per la CBF Balducci HR Macerata, alle semifinali dei play off di A2 passa la Green Warriors Sassuolo.

La CBF Balducci saluta comunque una stagione che ha dato grandi soddisfazioni durante il percorso fino alla Pool Promozione e ai Play Off, coronata dalla straordinaria vittoria della Coppa Italia.

Macerata ha vinto al tie-break Gara 1 nella città emiliana, Sassuolo si è rifatta in Gara 2 ed ha avuto la meglio nel set di spareggio.

Luca Paniconi ed Enrico Barbolini confermano i 6+1 di Gara 1: le locali con Peretti e Renieri in diagonale, Lipska e Pomili schiacciatrici, Mancini e Martinelli centrali con Bisconti libero da una parte; diagonale Spinello-Antropova, Salinas-Dhimitriadhi in banda, Busolini-Civitico centrali con Falcone libero per le ospiti.

CBF Balducci

La partita

Avvio equilibrato nel primo set con Sassuolo che trova l’allungo con il turno al servizio di Busolini che trova l’ace del 6-10, prima che Antropova trovi la pipe del massimo vantaggio (6-11). CBF Balducci che cerca di rimanere in scia ma non riesce a mettere pressione con la battuta alla ricezione della Green Warriors, sprecando diversi cambi palla; quando però sul 10-15 Antropova sbaglia dai 9 metri le padrone di casa cercano di rosicchiare il terreno perduto con gli attacchi di Pomili e Mancini e quando Busolini sbaglia la fast è 15 pari. Il peggio però non è passato per Macerata che non riesce a far male in attacco e subisce il ritorno di Sassuolo che inserisce Pasquino in regia e torna ad accelerare con le offensive di Antropova, Salinas e Civitico, che mura anche su Lipska per il 17-21. Gli attacchi di Peretti e Maruotti permettono alle locali di rifarsi sotto e di ricucire il break fino al 22-23, ma l’errore dai 9 metri del capitano di Macerata dà il set ball a Sassuolo che finalizza con il muro di Antropova su Renieri, 22-25.

Sassuolo che non ha intenzione di rallentare nel secondo parziale. Le ospiti trovano nel turno al servizio di Spinello il break che inguaia Macerata, un ace e gli attacchi di Civitico e Salinas che portano al 7-13. Paniconi cambia la diagonale con Galletti per Peretti e Pirro per Renieri, prima di inserire forze fresche in banda con Maruotti per Lipska. Dhimitriadhi (MVP di giornata) dà il massimo vantaggio alla Green Warriors (8-16), ma piano piano la CBF Balducci inizia a recuperare con Martinelli, determinata in attacco e a muro (best blocker), e Pomili, e quando Antropova sbaglia la pipe lo svantaggio è dimezzato sul 15-19. Dhimitriadhi (muro) e Busolini (attacco) fanno riallungare Sassuolo che però subisce la rimonta di Macerata, ispirata dagli attacchi di Pomili che riacciuffa la parità sul 23-23 e annulla la prima palla set ospite dopo il primo tempo di Civitico. Sul turno al servizio della neoentrata Giubilato, Maruotti dà il primo vantaggio alla CBF Balducci e Martinelli mura su Antropova rimettendo Gara 2 in discussione.

CBF Balducci

Riassestatasi con i cambi, Macerata approccia il terzo set con piglio diverso: la ricezione di Bisconti, Pomili e Maruotti tiene bene, e gli attacchi delle locali permettono di tracciare un primo solco (11-7). Entra Magazza per Salinas nelle file di Sassuolo ma la CBF Balducci tiene il passo fino al 18-14; nonostante una scatenata Martinelli la Green Warriors recupera però qualcosa con gli attacchi di Antropova, Civitico e Dhimitriadhi (22-20). Paniconi chiama allora time out e la pausa fa bene a Macerata che passa per il centro con il primo tempo di Martinelli prima e il muro di Mancini su Antropova poi. Magazza annulla il primo set ball ma è Pomili a riportare avanti le padrone di casa.

Sassuolo parte forte nel quarto set, subito 1-4, ma la CBF Balducci non si lascia intimorire con Pirro, Martinelli e Galletti (attacco di seconda) che rimettono Macerata in carreggiata. Barbolini chiama time out ma è ancora la squadra di casa a menare le danze, con l’errore di Magazza sulla free ball che dà il +3 alle ragazze di Paniconi (11-8). La Green Warriors però si rifa sotto e sorpassa sul 13-14 con l’ace di Magazza. Il coach della CBF Balducci inserisce Giubilato per far rifiatare Pomili e Lipska in diagonale al posto di Pirro ma le emiliane allungano con il muro di Busolini prima (14-16) e con il turno al servizio di Dhimitriadhi, condito da un ace e perfezionato con un attacco di Magazza poi (17-21). Dopo la pipe di Magazza l’out di Mancini vale il 18-23. La stessa centrale maceratese mura su Antropova prima di sbagliare dai 9 metri per il 19-24. Maruotti annulla il primo set ball ma il muro di Civitico vale il tie-break.

CBF Balducci

Quinto set e sulle ali dell’entusiasmo la Green Warriors, con Dhimitriadhi mattatrice, vola sull’iniziale 1-5. Pomili ottiene il cambio palla e i punti di Martinelli e Maruotti valgono il 6-6. È Sassuolo ad andare avanti sul cambio campo in una fase di set punto punto (7-8). Antropova allunga per l’11-13, Maruotti tiene in vita la CBF Balducci e Magazza sbaglia la free ball per il 13 pari. Dhimitriadhi va out e Macerata è a un passo dalla vittoria e dal passaggio del turno. Però Antropova annulla il match ball delle padrone di casa, Lipska annulla il set ball di Sassuolo, ma quando Busolini va a segno con la fast l’out di Pomili sancisce il golden set.

Il pieno di entusiasmo delle ospiti si concretizza dall’inizio del Golden set e sul 4-7 il turno al servizio di Antropova con il suo ace e gli attacchi di Magazza e Dhimitriadhi fa allungare sul 5-9. Pomili e Mancini lanciano un’altra rimonta, completata dall’attacco di Maruotti e dal muro di Peretti (rientrata in regia a inizio del set). Lipska riporta avanti Macerata, ma Sassuolo non concede nulla (ottima prova anche del libero Falcone), pareggia e Magazza trova l’ace del 12-13, Martinelli va out con la fast, Maruotti annulla il primo match ball di Sassuolo ma il muro out trovato da Antropova dà alla Green Warriors il pass per la semifinale dei Play Off.

I commenti

“Oggi credo che sia stata la difesa che ha permesso all’attacco di far bene – ha dichiarato il tecnico della Green Warriors Enrico Barbolini –. Contro Macerata, che in attacco ha individualità importanti, ci siamo esaltati in seconda linea e questo ci ha dato un entusiasmo che si è visto in tutti in fondamentali. Una catena di eventi che ci ha portato a fare una prestazione, individuale e di squadra, per la quale non posso che fare i più sentiti complimenti alle mie giocatrici”.

“Si chiude per noi una stagione che a un certo punto non pensavamo di far arrivare in porto – ha commentato il coach della CBF Balducci Luca Paniconi –. Questo dà ancora più valore ai risultati. Tracciando un bilancio le ragazze credo abbiano fatto qualcosa di importante, io sono molto contento. Ringrazio la società che ci ha permesso di stare tranquilli in un anno davvero difficile e il main sponsor CBF Balducci Group. Dispiace per il presidente Paolella che non è stato molto bene in questi giorni e che non ha potuto essere presente alla partita. Avremmo voluto regalargli la vittoria e il passaggio del turno. Non ci siamo riusciti, ci dispiace doppiamente.”

Il tabellino

CBF BALDUCCI HR MACERATA – GREEN WARRIORS SASSUOLO 2-3 (13-15 al Golden set)

CBF BALDUCCI HR MACERATA: Pomili 20, Mancini 8, Peretti 3, Lipska 5, Martinelli 16, Renieri 2, Bisconti (L), Maruotti 17, Pirro 4, Galletti 2, Giubilato 1. Non entrate: Sopranzetti (L), Rita. All. Paniconi.

GREEN WARRIORS SASSUOLO: Spinello 2, Salinas 5, Civitico 12, Antropova 25, Dhimitriadhi 15, Busolini 10, Falcone (L), Magazza 10, Pasquino 2, Zojzi. Non entrate: Ferrari, Pelloni (L), Fornari. All. Barbolini.

ARBITRI: Somansino, Dell’Orso.

PARZIALI: 22-25 (29’) 26-24 (32’) 25-21 (28’) 20-25 (27’) 15-17 (21’) GS 13-15

NOTE: CBF Balducci 9 errori in battuta, 1 ace, 12 muri vincenti, 57% ricezione positiva (35% perfetta), 30% in attacco; Green Warriors 6 errori in battuta, 5 aces, 53% ricezione positiva (36% perfetta), 31% in attacco.

(23)

LEAVE YOUR COMMENT