Home Attualità Aperti centro commerciale a Muccia e percorso dell’Infernaccio

Aperti centro commerciale a Muccia e percorso dell’Infernaccio

Aperti centro commerciale a Muccia e percorso dell’Infernaccio
79
0

A Muccia inaugurato “Il Punto”, centro commerciale realizzato in località Maddalena. Insieme al sindaco Mario Baroni alla cerimonia era presente il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli a sottolineare un passaggio importante per la ripresa della vita di comunità nel dopo terremoto.

“Questo centro commerciale rimette in moto l’economia – ha detto Ceriscioli –, faccio un grande in bocca al lupo a tutti i commercianti che hanno messo tanto coraggio pur di ripartire con le proprie attività in un momento così difficile come questo. Ogni settimana mi reco a Roma per partecipare alla cabina di regia con l’obiettivo di far partire ogni forma di semplificazione delle procedure. Mi complimento con la comunità di Muccia che con grandissima dignità sta portando avanti passo dopo passo il cammino della ricostruzione”.

L’area accoglie in moduli prefabbricati 13 tra attività commerciali, produttive e studi tecnici. Un segnale di positività attraverso uno spazio che fa voltare pagina per la ripresa economica della comunità muccese. Costo complessivo delle strutture temporanee comprese le opere di urbanizzazione 470mila euro.

Gole dell’Infernaccio, un tratto del percorso. Nella foto in alto, il presidente Luca Ceriscioli e il sindaco Mario Baroni inaugurano il centro commerciale a Muccia

In precedenza, il presidente della Regione ha partecipato con il sindaco di Montefortino Domenico Ciaffaroni alla riapertura del percorso naturalistico delle Gole dell’Infernaccio, chiuso per lavori dopo il sisma dello scorso anno.

Il progetto gestito dalla Protezione Civile è stato affidato al Consorzio Idrico del Tennacola spa e i lavori, oltre a liberare la via d’accesso alle Gole dai massi caduti con il terremoto, hanno permesso di ristrutturare tre ponticelli e una passerella. Si è avuta l’attenzione necessaria per l’ambiente riutilizzando i materiali esistenti. Il sentiero conduce fino all’Eremo di San Leonardo e alla chiesa costruita in oltre 40 anni di lavoro solitario da padre Pietro Lavini alle sorgenti del Tenna. I posti sono bellissimi e il percorso farà tornare le persone amanti dei luoghi di montagna.

(79)

LEAVE YOUR COMMENT