Home Sport All’Ippodromo di Montegiorgio il Campionato Guidatori Trotto

All’Ippodromo di Montegiorgio il Campionato Guidatori Trotto

All’Ippodromo di Montegiorgio il Campionato Guidatori Trotto
140
0

Domenica 22 luglio dalle ore 20.30, l’Italia del Trotto si ritrova all’Ippodromo San Paolo di Montegiorgio (FM) per il 38° Campionato Italiano Guidatori Trotto. E’ l’appuntamento del trotto nazionale più atteso di ogni estate, che questa sera vedrà la prima prova di qualificazione per i primi 10 driver che poi si sfideranno nella semifinale del 12 agosto e quindi nella finale del 19 agosto.

La serata mette in palio sette corse ed è dedicata a Luca Baleani, delle Gelaterie Martini di Ancona, un appassionato e proprietario di cavalli. Persona generosissima morta in un incidente stradale per andare a vedere un suo beniamino a quattro zampe. La riunione di trotto del San Paolo vuole essere un omaggio Luca Baleani, ai marchigiani e alla loro passione per l’ippica. La quinta corsa, la più ricca, è proprio il Memorial Luca Baleani. Sarà anche l’occasione ricordare i grandi campioni che hanno un forte legame con le Marche come Tinak Mo, Sec Mo, Ebsero Mo, Uppica Mo, Atod Mo dell’allevamento Mori.

La prima corsa porta la dedica al capitano Ermanno Mori, che ha contribuito a fare la storia dell’ippica italiana, e ai suoi cavalli più prestigiosi. Capitano della Finanza a Milano, tornò nelle Marche per vivere in campagna a Civitanova Alta dove aprì un allevamento di mucche canadesi e poi la passione per i cavalli portata avanti fino alla sua morte (2011). La seconda corsa invece è intitolata a Tinak Mo, una creatura del capitano Mori che nel 1996 vinse il Derby di Milano guidato da Bianco Lo Verde. Con la terza corsa, intitolata a Sec Mo (un cavallo che ha fatto la storia dell’ippica e che nel 1995 ha vinto il Derby con Claudio Cicognani alla guida) un altro gioiellino dell’allevamento Mori, arriva la prima prova di qualificazione del Campionato Italiano Guidatori Trotto. La quarta corsa, valevole come seconda prova di qualificazione del CIGT, porta il nome di Ebsero Mo, un altro gioiello del Capitano, che nel 1986 vinse il campionato europeo. La quinta corsa Memorial Luca Baleani è per cavalli indigeni e europei di 4 anni. Una corsa in cui, secondo il giornalista Matteo Muccichini, Victor Bebo abbassa un po’ il tiro ed ha il numero giusto per andare in testa e rimanerci. Vilma Gi viene da prestazioni tutte positive e anche se ha il numero al largo è molto vicina al maschio di Becchetti. Terzo incomodo Vittoriano Ans che ha la corda assicurata e forma al diapason. Vida Francis sta correndo bene ma è un po’ fuori categoria. Alla sesta corsa arriva la terza prova di qualificazione del CIGT intitolata a Uppica Mo. La giornata di corse si chiuderà con la settima corsa, quarta prova di qualificazione al CIGT, intitolata ad Atod Mo, e solo dopo si scopriranno i nomi dei primi 5 driver che parteciperanno alla semifinale di domenica 12 agosto.

Il CIGT rimane la più antica e storica manifestazione di questo genere. Vi hanno partecipato tutti i più grandi del trotto italiano, come Giampaolo Minnucci il driver di Varenne che ha già inciso il suo nome per ben tre volte sull’Albo d’Oro

Saranno 25 i guidatori che si sfideranno per aggiudicarsi il titolo tricolore. Ci sono 5 top Drivers che accederanno di diritto alla finale del 19 agosto (il vincitore del CIGT del 2017 e i primi 4  della Classifica dei Grandi Premi: Giampaolo Minnucci (vincitore CIGT 2017), Enrico Bellei, Roberto Vecchione, Mario Jr Minopoli e Alessandro Gocciadoro.

I 20 guidatori che prenderanno parte alle prove di qualificazione sono: i primi 4 della Classifica per Vittorie del 2017 (Antonio Di Nardo, Andrea Farolfi, Gaetano Di Nardo e Vincenzo Luongo), il vincitore del Premio del Trofeo dell’Avvenire 2017 (Francesco Tufano, per impossibilità di Angela Capuano) e i 15 selezionati dalla classifica regionale.

Il calendario del Campionato Italiano Guidatori Trotto si sviluppa in 4 giornate: domenica 22 luglio prima prova di qualificazione, domenica 5 agosto, seconda prova di qualificazione domenica 12 agosto semifinale e domenica 19 agosto la finale.

Ecco i 10 driver che si affronteranno domenica 22 luglio per la prima prova di qualificazione: Dario Battistini, Gaetano di Nardo, Davide Di Stefano, Romeo Gallucci, Gaspare Lo Verde, Vincenzo Luongo, Manuele Matteini, SanTo Mollo, Marco Stefani e Romano Tamburrano.

Domenica 5 agosto per la seconda prova di qualificazione in sulky: Lorenzo Baldi, Lucio Becchetti, Vincenzo Jr D’Alessandro, Antonio Di Nardo, Federico Esposito, Andrea Farolfi, Andrea Guzzinati, Davide Arrigo Nuti, Ferdinando Pisacane e Francesco Tufano.

I primi cinque guidatori di domenica 22 luglio e i primi cinque di domenica 5 agosto si affronteranno domenica 12 agosto per la semifinale, i primi cinque andranno in finale e dovranno vedersela domenica 19 agosto con i top driver: Enrico Bellei, Roberto Vecchione, Mario Jr Minopoli e Alessandro Gocciadoro.

Il Campionato Italiano Guidatori Trotto è nato nel 1981 con l’intenzione di spostare l’attenzione degli appassionati dai cavalli ai guidatori e costruire un evento che eleggesse il miglio driver dell’anno attraverso un torneo da tenersi nella stagione estiva. Denominato Campionato Italiano Guidatori Trotto fu riconosciuto dall’ente di allora diventando così, ufficialmente, la prima, vera competizione per i driver in attività in Italia. Il regolamento solo recentemente ha subito alcune modifiche. L’ultima del 2014 ha reso la formula più snella. Attualmente dunque alla competizione, che prevede due eliminatorie, una semifinale e una finale, prendono parte 25 guidatori. Cinque accedono alla finale direttamente per meriti: il campione uscente e i primi quattro della speciale classifica dei Gran Premi, gli altri venti ammessi alle prove di qualificazione sono: cinque scelti dalla classifica nazionale per vittorie, quattordici selezionati dalle specifiche regioni e uno il vincitore del Torneo Dell’Avvenire. Le corse delle eliminatorie e della semifinale sono quattro, in finale sono cinque, le quattro con le stesse modalità delle eliminatorie e della semifinale e il Gran Premio Basilio Mattii, una prova di gruppo 3 alla quale i guidatori partecipano con cavalli scelti da loro stessi. La serata della finale del Campionato, è ricca di spettacoli di contorno. Inizia molto presto e si conclude a mezzanotte con i fuochi d’artificio e la immancabile spaghettata di mezzanotte per tutti i presenti.

(140)

LEAVE YOUR COMMENT