Home Cultura A Tolentino inizia Biumor, il festival dell’umorismo di Popsophia

A Tolentino inizia Biumor, il festival dell’umorismo di Popsophia

A Tolentino inizia Biumor, il festival dell’umorismo di Popsophia
8
0

Giovedì 24 novembre si apre a Tolentino la decima edizione di Biumor, il festival dell’umorismo di Popsophia.

Ridere e sorridere della nostalgia, il sentimento malinconico che sfoca il presente con la lente del passato, è il tema che fino a sabato 26 sarà protagonista degli appuntamenti in programma.

La novità di quest’anno  il Premio Comedy Report che porterà al Teatro Nicola Vaccaj alcuni nomi dell’umorismo e della satira nazionale come il conduttore, comico e scrittore Valerio Lundini e Federico Palmaroli, l’inventore del fenomeno web “le frasi di Osho” assieme al regista della serie tv “Wanna” Alessandro Garramone.

E’ possibile ironizzare sull’oggi quando i nostri ieri ci appaiono migliori del tempo che stiamo vivendo? Questa la domanda a cui Popsophia proverà a rispondere nella tre giorni tolentinate assieme agli ospiti e relatori che interverranno e con i philoshow delle serate a teatro.

La kermesse si apre alle 18 con il filosofo Riccardo Dal Ferro al Teatro Politeama (l’altra location del festival) che avrà il compito di condurre Biumor “in medias res” introducendo il tema dell’edizione con una lectio nella quale ribalta la prospettiva: nostalgia non come un sentimento entro cui cullarsi nel ricordo della dolcezza di un passato mitizzato, ma una prigione da cui scappare per non rimanere incastrati all’interno della sua spirale.

L’inaugurazione dà spazio anche all’arte dematerializzata con la mostra “Autres regards”, un’installazione artistica virtuale che mette in mostra un pensiero ed è navigabile attraverso visori 3D dal grande impatto sensoriale. Alle 18.30 ad introdurla prima del taglio del nastro sarà Evio Hermas Ercoli.

Alle 21,30 al Teatro Nicola Vaccaj la serata speciale del Premio Comedy Report. I premiati, Valerio Lundini, Federico Palmaroli e Alessandro Garramone saranno intervistati da Lucrezia Ercoli per raccontare la filosofia del comico attraverso i suoi nuovi linguaggi.

tolentino
Lucrezia Ercoli

“Siamo molto contenti di queste tre giornate piene di eventi – ha detto la direttrice artistica Lucrezia Ercoli – indagheremo la nostalgia sotto tanti aspetti da quella per le figurine Panini a quella per le serie tv e cartoni animati, ma anche la nostalgia come sentimento popolare che parla di piccoli luoghi e città di provincia come Tolentino, ma anche come Zocca, città di Vasco Rossi che sarà il protagonista di uno dei nostri philoshow. Chiuderemo poi con Licia Troisi autrice fantasy per un viaggio tra le parole da Tolkien a Trono di spade fino ad Harry Potter per indagare quali sono i paradisi che abbiamo perduto”.

“E’ con soddisfazione che presentiamo la novità del premio all’interno del festival di Biumor. E proprio per continuare ad alzare l’asticella della qualità abbiamo voluto sostenere una novità che desse nuova linfa e nuovi innesti al progetto originario – ha affermato il sindaco di Tolentino Mauro Sclavi –, spostando l’attenzione sui nuovi stili comunicativi dei ragazzi, vogliamo parlare alla curiosità delle nuove generazioni e farlo col loro linguaggio. Il Comedy Report, che terremo a battesimo domani è una novità assoluta e vuole spingere sempre più oltre la creatività e l’originalità della manifestazione conosciuta ormai ben oltre i confini nazionali. Novembre per Tolentino, anche grazie a questa serie di eventi, diventa un polo di attrazione turistica qualificando la sua offerta come città dell’umorismo”.

“Biumor, il festival dell’umorismo di Popsophia, compie dieci anni – ha aggiunto Alessia Pupo vicesindaco di Tolentino – e abbiamo voluto regalarci e regalare un nuovo appuntamento all’insegna della novità, un concorso che si aggiunge alla Biennale d’arte umoristica che vogliamo diventi una concreta opportunità di crescita per tutti i creativi, capace di attrarre un pubblico giovane e che dia la possibilità di apportare nel dibattito culturale il tema delle nuove forme di comicità, dai social al meme, fino a Tik tok”.

(8)

LEAVE YOUR COMMENT