Home Sport Sarnano: Trofeo Scarfiotti, nelle prove Merli precede Faggioli

Sarnano: Trofeo Scarfiotti, nelle prove Merli precede Faggioli

Sarnano: Trofeo Scarfiotti, nelle prove Merli precede Faggioli
87
0

Tutto pronto per il Trofeo Scarfiotti domenica 1 maggio sul percorso Sarnano-Sassotetto, inizio alle ore 9 per la gara CIVSA auto storiche e alle ore 11 per l’attesa gara CIVM.

Intanto, i contendenti del campionato italiano montagna hanno iniziato la lotta con il cronometro per aggiudicarsi la cronoscalata marchigiana. Nelle due salite di prova del mattino di sabato, il duello Merli-Faggioli già avviato nella serie europea continua a suon di decimi, con il toscano al volante della nuova Norma-Zytek che ha preceduto il rivale trentino di 4 centesimi nella prima salita.

merli
Christian Merli

Nella successiva, Merli si è avvicinato al record del percorso in 3’46”80 alla media di 136,8 kmh, precedendo Faggioli di 35 centesimi. Il pronostico è quindi apertissimo per la corsa di domani tra i due rivali che mettono di fronte le vetture ufficiali Osella e Norma, i motori RPE motociclistico e Zytek, oltre agli pneumatici Pirelli e Avon.

Subito dietro il cosentino Domenico Scola con l’Osella Pa2000, il sassarese Omar Magliona al debutto con la Norma del team Faggioli ed il catanese Domenico Cubeda su un’altra Osella. Gran confronto tra Luca Ligato e Achille Lombardi nel gruppo CN, per poi proseguire con Piero Nappi (Ferrari 550) e Marco Gramenzi (Alfa 155) nella E2SH. Ricco d’interesse il gruppo GT con Lucio Peruggini (Ferrari 458) davanti a Ignazio Cannavò (Lamborghini Gallardo) e Roberto Ragazzi (Ferrari 458).

faggioli
Simone Faggioli

 

Dal trentino e dall’alto adige i primattori in gruppo A, Gabriella Pedroni e Rudi Bicciato sulle Mitsubishi Lancer. Tutto marchigiano invece il confronto in E1 Italia con Marco Sbrollini (Lancia Delta Evo), Ferdinando Cimarelli (Alfa Romeo 156) e Valerio Lappani (Peugeot 106 S16). Nella Racing Start Plus dominio per Nicola Novaglio (Mini Cooper JCW) e duello accesissimo tra i fasanesi Oronzo Montanaro e Ivan Pezzolla sempre sulle Mini Cooper.

Atteso il debutto del pilota di casa Francesco Carini su Lola-Zytek di formula 3000, condizionato da un errore ed una toccata nella prima salita, mentre non ha preso il via l’umbro Michele Fattorini che ha preferito rinunciare al Trofeo Scarfiotti (dove avrebbe corso con una provvisoria Lola di F.3000) per non pregiudicare il prosieguo del campionato da affrontare con un’Osella ufficiale. La decisione è stata presa per il nuovo regolamento riguardo la punzonatura degli pneumatici.

peruggini
Lucio Peruggini

Il migliore dei marchigiani è risultato l’ascolano Andrea Vellei (Gloria C8P-Suzuki), che ha siglato il 13° tempo assoluto nella seconda salita. Tra le numerose ragazze in gara dopo la Pedroni, si sono messe in evidenza Rachele Somaschini (Mini Cooper) e Paola Pascucci (Bmw Mini Proto). In serata la Somaschini ha offerto nella sua zona paddock un aperitivo pro Fondazione Fibrosi Cistica, in collaborazione con Berlucchi. Per domani la gara CIVM, in prova unica è stata anticipata di un’ora nel programma (dalle ore 12 alle ore 11), naturalmente tenendo conto dei tempi necessari per la gara CIVSA autostoriche, che scatterà alle ore 9.

Migliori tempi delle prove ufficiali: 1° Merli (Osella Fa30-RPE) in 3’46”80; 2° Faggioli (Norma M20FC-Zytek) 3’47”15; 3° Scola (Osella Pa2000-Honda) 3’51”41; 4° Magliona (Norma M20FC-Zytek) 3’57”95; 5° Cubeda (Osella Pa2000) 4’03”22; 6° Ligato (Osella Pa21 Evo) 4’06”51; 7° Lombardi (Osella Pa21S Evo) 4’06”79; 8° Bottura (Osella Fa30) 4’08”26; 9° Liber (Gloria C8P Evo) 4’11”88; 10° Picchi (Lola-Zytek) 4’12”73.

nappi
Piero Nappi

Il miglior tempo nelle prove delle auto storiche è stato fatto segnare sull’asciutto della prima salita da Stefano Di Fulvio, con l’Osella Pa9/90, dove ha impiegato 4’25”25 alla media di 120,5 kmh, a soli sei secondi dal suo stesso record datato 2013. Dei 67 piloti verificati sono stati solo 24 a prendere il via nella successiva salita, effettuata sotto una continua pioggia. Le prestazioni del tentativo asciutto sono state segnate dal solito dominio delle Osella Pa9/90, con il teatino Stefano Di Fulvio davanti al toscano Uberto Bonucci, il fratello Simone Di Fulvio ed il pisano Piero Lottini, che domani lotteranno per il simbolico podio della classifica assoluta. Prestazioni di rilievo sono state raggiunte dall’osimano Antonio Angiolani, miglior marchigiano su March-Toyota 783, in vetta al 5° raggruppamento delle monoposto, poi il fiorentino Tiberio Nocentini su Chevron B19 che ha segnato la migliore prestazione del 1° raggruppamento.

Gina Colotto
Gina Colotto

Nel 2° raggruppamento le Porsche del reggiano Ildebrando Motti e del palermitano Matteo Adragna sono davanti al marchigiano Mario Straffi (Fiat 128), mentre Giuseppe Gallusi anche lui su Porsche ha svettato nel 3°. Hanno accusato danni per delle toccate sia il pilota di casa Andrea Stortoni (Mini Cooper S) che il modenese Giuliano Palmieri (De Tomaso Pantera), in grado di ben figurare rispettivamente nel 1° e 2° raggruppamento. Difficilmente domani potranno prendere il via. La seconda salita a pomeriggio inoltrato è purtroppo stata condizionata dalle condizioni avverse. Un terzo dei verificati ha preso il via ed il miglior crono è stato segnato da Antonio Angiolani con la March di formula 3.

Stefano Di Fulvio dopo la prima salita: “Abbiamo trovato un po’ di umido e poi ho dovuto superare due concorrenti più lenti per l’intervallo di 30” delle partenze, potevo battere il record fin da oggi. Se domani sarà asciutto potrà essere possibile.” Per domani la partenza della gara è fissata alle ore 9,00, con la premiazione prevista in Sala Congressi alle ore 13 circa.

Migliori tempi delle prove ufficiali: 1° Di Fulvio Stefano (Osella Pa9/90) in 4’25”25; 2° Bonucci (Osella Pa9/90) 4’34”85; 3° Di Fulvio Simone (Osella Pa9/90) 4’47”20; 4° Lottini (Osella Pa9/90) 4’54”35; 5° Turriziani (Osella PaN) 5’08”96; 6° Angiolani (March-Toyota 783) 5’09”50; 7° Nocentini (Chevron B19) 5’16”54; 8° Gallusi (Porsche 911SC) 5’19”50; 9° Motti (Porsche Carrera RS) 5’24”39; 10° Ventriglia (Fiat X1/9 Dallara) 5’34”10.

Walter Nocci
Walter Nocci

(87)

LEAVE YOUR COMMENT