Home Sport Maceratese, Giunti: “A Mantova con la testa concentrata sulla partita”

Maceratese, Giunti: “A Mantova con la testa concentrata sulla partita”

Maceratese, Giunti: “A Mantova con la testa concentrata sulla partita”
59
0

Federico Giunti vuole la propria squadra concentrata in vista di un confronto chiave per la salvezza da disputare allo stadio Martelli di Mantova (domenica ore 18.30). A contare non sola la classifica, ma anche i riflessi delle vicende societarie di questi giorni e del ritardo nel pagamento degli stipendi (spiegato ieri in un comunicato della dirigenza).

“I giocatori della Maceratese – ha detto Giunti – hanno sempre reagito nel migliore dei modi alle avversità. Spero che d’ora in avanti siano capaci di procedere come hanno fatto fino ad adesso per non vanificare il grande sforzo profuso in questa stagione. Fari puntati sull’avversario, quindi, e non sulle questioni che esulano dal campo di gioco”.

Ma sono tutti al top?

“Qualcuno era stanco e perciò ad alcuni di loro ho evitato la partitella del sabato, limitandoli al lavoro di tattica. Perna e Malaccari hanno scelto di non impegnarsi negli ultimi 15’ di rifinitura, anche perché il terreno era pesante, e l’ho loro concesso. È accaduto in altre sedute di rifinitura il fatto di limitare l’impegno di qualche giocatore che aveva bisogno di tirare un po’ il fiato. Per Quadri c’è un problemino al polpaccio che lo sta affliggendo da un paio di giorni. Vedremo domani se sarà il caso di impiegarlo. L’importante è che chi scenderà in campo dovrà capire che le difficoltà extra sportive vanno lasciate fuori dal rettangolo di gioco”.

Federico Giunti
Federico Giunti

Il Mantova si è rinforzato con Sodinha, sarà un problema?

“Può diventarlo, magari nella parte finale della partita, ma se fosse impiegato nel finale significherebbe che il match si è incanalato sul binario giusto… Aldilà di Sodinha, la mentalità del Mantova con il trainer Gabriele Graziani è cambiata, soprattutto dal punto di vista dell’intensità. Noi dovremo comunque fare una prestazione sopra le righe perché il match è troppo importante. Il fatto che il Mantova non abbia brillato nelle ultime due gare davanti al pubblico amico, con Albinoleffe e Padova, che pure sono due signore squadre, non ci deve trarre in inganno”.

Anche perché dopo la Maceratese avrà due gare interne, con Gubbio e Reggiana

“Visto il nostro ruolino interno – risponde un Giunti sorridente dobbiamo tornare assolutamente dal Martelli con un risultato positivo. Scherzi a parte, abbiamo iniziato il 2017 in maniera diversa fra le mura amiche. Sono fiducioso”.

Come potrà la Maceratese far male al Mantova?

“Con la concentrazione al massimo, in particolare sulle seconde palle, dove ci sarà da lottare come su un campo di battaglia. Il terreno del Martelli è ostico. Non dovremo farci trovare sbilanciati. Tuttavia abbiamo anche le armi per poter far male ai virgiliani. Loro hanno una difesa non impenetrabile, su cui dobbiamo far leva”.

Oltre a Quadri, ci sono altri dubbi di formazione?

“Direi di no, però voglio anticipare che nel pacchetto offensivo ho intenzione di schierare dall’inizio Petrilli. Domattina scioglierò le riserve anche per la difesa, sulla quale devo ancora riflettere”.

Maceratese con il pensiero fisso al Martelli. Alle questioni extra agonistiche si penserà poi.

I convocati per la trasferta di Mantova

1)Moscatelli, 2)Gremizzi, 3)Broli, 4)Bondioli, 5)Marchetti, 6)Gattari, 7)De Grazia, 8)Quadri (Cap), 9)Colombi, 10)Turchetta, 11)Petrilli, 13)Marco Massei, 14)Ventola, 15)Allegretti, 16)Palmieri, 19)Malaccari, 20)Mestre, 21) Bangoura, 22)Forte, 23)Franchini, 24)Perna, 30)Ingretolli, 31)Sabato.

(Nella foto, lo stadio Martelli di Mantova)

(59)

LEAVE YOUR COMMENT