Home Attualità Macerata che sarà: si presenta il progetto per la città futura

Macerata che sarà: si presenta il progetto per la città futura

Macerata che sarà: si presenta il progetto per la città futura
43
0

Prende forma la Macerata che sarà. Venerdì 15 aprile, alle 21,15, nella sala convegni dell’Ostello Asilo Ricci il progetto in-Nova Macerata verrà infatti presentato alla città.

Un incontro importante, che acquista prestigio anche dalla presenza degli ospiti: il Vescovo Nazzareno Marconi a sottolineare l’idea di comunità, il direttore del Centro Studi e Ricerca de iGuzzini Piergiovanni Ceregioli ad indicare l’idea di innovazione tecnologica e il ruolo della luce, il rettore dell’Università di Macerata Luigi Lacchè e il presidente dell’ Accademia di Belle Arti Evio Hermas Ercoli per il fondamentale ruolo dei due enti, motori importanti della città. Coordina i lavori Massimiliano Colombi, responsabile del progetto.

mcchesarà1I contenuti del piano, che ha al centro una Macerata sostenibile e innovativa frutto di un’ampia e partecipata campagna di ascolto che ha raccolto suggerimenti e proposte delle  associazioni di categoria, delle istituzioni pubbliche e dal mondo del volontariato, saranno resi noti dal sindaco Romano Carancini insieme a Emanuele Frontoni, Andrea Giaconi, Marco Marcatili dello staff Innothink che ha redatto il progetto insieme all’Ufficio Europa del Comune.

Tre le direzioni a cui volge il progetto in-Nova Macerata. La prima è l’introduzione di nuove tecnologie a servizio della qualità della vita della città, fattore di primaria importanza per l’attrattività di nuove imprese.

La seconda riguarda il ruolo della luce. La trasformazione a led della rete pubblica di illuminazione porterà enormi risparmi in termini energetici e renderà più bella la città valorizzando le ricchezze architettoniche.

La terza è l’investimento per il miglioramento della qualità ambientale, una mobilità alternativa e un miglior accesso ai parcheggi renderanno Macerata una città più accessibile e più vivibile riducendo il traffico in circolazione.

Il progetto del Comune di Macerata concorre insieme ad Ancona, Ascoli Piceno, Pesaro-Urbino, Fermo e Fano al finanziamento di 6 milioni di euro che sarà riconosciuto a ciascuno dei tre progetti vincitori.

(43)

LEAVE YOUR COMMENT