Home Sport Lube vince a Vibo Valentia, terzo posto nel girone di andata

Lube vince a Vibo Valentia, terzo posto nel girone di andata

Lube vince a Vibo Valentia, terzo posto nel girone di andata
33
0

La Cucine Lube Civitanova chiude con una vittoria il girone di andata della Regular Season di SuperLega e conferma la terza posizione in classifica, espugnando anche il palasport di Vibo Valentia nella seconda trasferta della settimana con un altro 3-0.

Gara che inizia tutta in discesa per gli uomini di De Giorgi, servizio e muro (la Lube chiuderà con 5 ace e 8 blocks) fanno subito la differenza contro la formazione calabrese che commette tanti errori in attacco (saranno 9 a fine gara). La reazione Tonno Callipo nel secondo set è guidata dal servizio, ma sotto 20-15 i biancorossi riescono ad uscire dal momento difficile e conquistare il parziale in volata, spianando ulteriormente la strada verso il terzo set, dove completano l’opera. Juantorena è l’MVP con 13 punti e il 71% in attacco.

La partita

Fefè De Giorgi sceglie la coppia di centrali Simon-Cester, oltre alla consueta diagonale Bruno-Sokolov e agli schiacciatori Juantorena-Leal, il libero è Balaso. Valentini conferma le attese con Zhukouski-Al Hachdadi, Vitelli-Mengozzi, Skrimov-Kadu, Marra.

La Lube prova subito a forzare il servizio e con Simon (2 ace), Sokolov e Leal si porta a +4 (7-11). Un +4 che i biancorossi tengono fino al 10-14, poi arriva un maxi break sul turno al servizio di Juantorena che spinge i cucinieri sul 10-19: decisivi gli errori di Al Hachdadi e Sokolov-Simon sotto rete. Leal e Cester chiudono tranquillamente il set 14-25, 3 muri e 65% in attacco per la Lube.

Vibo tenta una reazione con il servizio di Al Hachdadi e il muro di Vitelli che firmano il 7-5 per i calabresi, Juantorena riagguanta (9-9) e Simon tira un super primo tempo per il sorpasso (10-11). La Tonno Callipo non ci sta e continua a forzare il servizio: Zhukouski e Skrimov mettono in difficoltà la ricezione Lube con due ace e due muri dei giallorossi portano Vibo sul 16-12. I calabresi tengono il break e allungano ancora con Al Hachdadi (20-15), prima del turno al servizio di Juantorena: l’italo-cubano (6 punti nel set con il 100% in attacco) firma un ace e favorisce il -1 Lube su muro di Simon, Sokolov completa l’opera sempre a muro per il 21-21. Completata la rimonta, i biancorossi vanno a caccia della conquista del set: Cester ferma Mengozzi (21-22), Leal guadagna il set ball (22-24), chiude un’invasione di Kadu rilevata dal video check (23-25).

Partenza sprint della Lube (Skrimov out due volte e muro Simon, 1-6) ma lo schiacciatore bulgaro si rifà subito dai nove metri (4-6) e Al Hachdadi gli dà man forte in contrattacco (6-7). Cester ferma Skrimov (6-9), i calabresi non mollano continuando a spingere dai nove metri e trovano la parità con l’ace di Kadu (9-9). Ci pensa il trio Simon-Sokolov-Juantorena a riportare la Lube al +4 (13-17), un break che stavolta permette ai cucinieri di gestire la situazione fino in fondo e portare a casa i tre punti (20-25).

Il tabellino

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Zhukouski 1, Marra (l), Cappio (l), Vitelli 5, Marsili 1, Skrimov 9, Barreto 5, Domagala, Al Hachdadi 14, Prest, Stohbach, Mengozzi 3, Lopez. All, Valentini.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 8, D’Hulst, Marchisio (l), Juantorena 13, Massari, Stankovic , Diamantini, Leal 8, Sander, Cantagalli 1, Cester 4, Simon 11, Bruninho 2, Balaso (l). All. De Giorgi.

ARBITRI: Canessa (BA), Cesare (RM)

PARZIALI: 14-25 (23’), 23-25 (27’), 20-25 (27’).

NOTE: 1300 spettatori. Vibo: 14 battute sbagliate, 4 aces, 4 muri vincenti, 47% in ricezione (30% perfette), 45% in attacco. Lube: 16 battute sbagliate, 5 aces, 8 muri vincenti, 47% in ricezione (24% perfette) 62% in attacco.

I commenti

Enrico Cester: “Un campo sempre complicato ma siam stati abbastanza bravi a partire dal primo set a metter le cose in chiaro. Abbiamo lottato ed anche recuperato nel secondo set dove siamo stati veramente bravi, poi nel terzo è andato tutto liscio. Domani torniamo a casa ed il 26 giochiamo la prima di ritorno contro Padova, anche quella sarà una partita combattuta. Padova è una squadra buona anche se senza Luigi Randazzo, è una squadra che combatte lo abbiamo visto nella partita di andata. Settimana veramente dura, piena di aerei e trasferte, il ritorno dalla Repubblica Ceca non è stato semplice ma siamo stati bravi con du 3-0 netti e tutti e due fuori casa.”

Osmany Juantorena: “MVP tutta la squadra non solo io, abbiamo giocato una partita di livello. Nel primo set abbiamo sbagliato pochissimo, nel secondo set abbiamo rischiato un po’’ la battuta ed abbiamo sbagliato parecchio ma siamo stati bravi e lucidi a non mollare, eravamo 20-15 e siamo riusciti a vincere il set. Complimenti alla squadra, 3 punti guadagnati ì, ora pensiamo alla prossima. Ci sono molti segnali positivi soprattutto dal secondo set, bisogna resistere a questi tipi di difficoltà, loro sono una squadra che ha dei grandi battitori, di livello, hanno tirato e fatto dei contrattacchi. non giochiamo solo noi, ci son anche gli avversari e bisogna riconoscergli quando fanno qualcosa di positivo. Siamo stati bravi a raggiungere il nostro obiettivo: portare i tre punti a casa.”

Fefè De Giorgi: “Siamo contenti perché notoriamente questo è un campo caldo e complicato, contenti di aver vinto in 3 set e conquistato i 3 punti ma ci son delle cose da migliorare come le situazioni del secondo set. La parte positiva è che siamo stati capaci di riprendere il set, bisogna imparare da ogni partita sia quando si vince che quando si perde. Mercoledì si torna in campo quindi l’obiettivo si sposta a Padova ed al nostro gioco. Dobbiamo trovare la capacità di gestire i momenti come quando stasera la squadra avversaria forza, quando commettiamo qualche errore in più di non disunirci troppo e di are quello che abbiamo fatto ne secondo set. chiaramente sono motivi di lavoro e di riflessione”

 

(33)

LEAVE YOUR COMMENT