Home Top news “La Trota e il Verdicchio”, sabato e domenica a Sefro

“La Trota e il Verdicchio”, sabato e domenica a Sefro

“La Trota e il Verdicchio”, sabato e domenica a Sefro
117
0

Sabato 21 e domenica 22 maggio, torna a Sefro la manifestazione “La Trota e il Verdicchio”, tappa del circuito del Gran Tour delle Marche di Tipicità con la collaborazione di Anci Marche.

Una due giorni ricca di eventi nata dal connubio tra la trota, simbolo cittadino essendo Sefro la capitale europea del pesce d’acqua dolce grazie alla presenza dell’azienda troticola Erede Rossi, e il Consorzio del Verdicchio di Matelica. Tra enogastronomia, tradizione e benessere la promozione di una delle realtà più affascinanti delle Marche.

trot2

Ruolo di primo piano quest’anno l’avrà, tra gli altri, anche l’Istituto Alberghiero “G. Varnelli” di Cingoli che già nell’anteprima dell’11 maggio scorso, ha organizzato una giornata di scuola di cucina aperta a tutti i ristoratori sulla preparazione della trota nelle 4 stagioni dell’anno. Durante la due giorni, invece, gli chef dell’Istituto Alberghiero organizzeranno gli aperitivi delle 19 e proporranno, in accordo coi i ristoratori di Sefro, un menu pensato ad hoc e nato dalla collaborazione con alcuni comuni fuori regione.

trota 2015

Torna anche quest’anno l’appuntamento con l’approfondimento attraverso i talk show. Quello del sabato su “La trota e il Verdicchio, matrimonio di eccellenze per creare prospettive per le aree interne” al quale parteciperà anche l’Università di Camerino in qualità di partner scientifico dell’iniziativa e quello della domenica con “La trota e i luoghi del buon vivere in Italia” presentato e coordinato dal giornalista della Rai Paolo Notari. Dopo l’intervento dei sindaci dei vari comuni che dall’Abruzzo, dal Lazio e da altre regioni d’Italia presenteranno la propria tradizione culinaria relativa alla preparazione della trota, si aprirà uno spazio tutto dedicato al mangiar bene con la presentazione del libro del nutrizionista volto noto della Rai Mauro Mario Mariani con il suo “Il Tao dell’Alimentazione”.

Poi ancora, passeggiate a cavallo, visite al Bosco Incantato, ai musei della storia contadina e a quello naturalistico, alla chiesa della Madonna dei Calcinari e a quella del Cimitero e al rifugio della Valle Scurosa, senza dimenticare le degustazioni a base di Verdicchio di Matelica e trota. Iniziative per i più piccoli con un sabato mattina a loro dedicato attraverso il progetto regionale “Pappa Fish”.

(117)

LEAVE YOUR COMMENT