Home Sport Civitanova Marche, i campioni della Lube festeggiati dal Comune

Civitanova Marche, i campioni della Lube festeggiati dal Comune

Civitanova Marche, i campioni della Lube festeggiati dal Comune
166
0

I giocatori della Lube e lo staff dirigenziale sono stati accolti oggi pomeriggio, a Palazzo Sforza, con un picchetto d’onore dei carabinieri in congedo, prima di entrare nella Sala del Consiglio comunale dove c’erano assessori e consiglieri comunali pronti a celebrare le straordinarie vittorie in Italia e in Europa.

Nel frattempo, alcune centinaia di tifosi e cittadini si sono radunate di fronte al Comune in piazza XX Settembre, molti erano reduci dalle trasferte a Perugia e Berlino dove i biancorossi hanno conquistato scudetto e Champions League.

Tanta l’emozione dell’assessore allo Sport Maika Gabellieri, che ha indossato la fascia tricolore in vece del sindaco Fabrizio Ciarapica, trattenuto a Berlino a causa di uno sciopero dei voli che gli ha impedito di essere presente a questa partecipata cerimonia in Comune.

“Orgogliosi di voi – ha detto l’assessore Gabellieri –. Siete una squadra fantastica, avete superato molte difficoltà, avete saputo dialogare insieme e insieme vincere. Questa è un vittoria della Lube e una vittoria di Civitanova, città che vi sta ricambiando con grande cuore. Siete una ricchezza per noi e insieme abbiamo vissuto grandissime emozioni. Un ringraziamento anche al presidente e a tutto lo staff che hanno ricevuto la giusta ricompensa per il tanto lavoro fatto in questo indimenticabile 2019”.

La presidente Lube, Simona Sileoni: “E’ un onore essere in questa Aula e portare i nostri due trofei. A volte le favole più belle si scrivono dopo un percorso accidentato: questa è una vittoria di tutti, una vittoria corale. La risposta di Civitanova è stata bellissima, un’emozione unica, siamo orgogliosi si essere entrati nel cuore di tutti, questa che stiamo vivendo qui con voi oggi è la terza vittoria della settimana”.

Dopo le parole e i saluti di Albino Massaccesi, dell’allenatore De Giorgi, del direttore sportivo Giuseppe Cormio e del capitano Stankovic i presenti si sono raccolti al suono dell’Inno d’Italia.

La squadra si è affacciata dal balcone di Palazzo Sforza per salutare i tanti tifosi intervenuti in piazza XX Settembre, con musica e tamburi. Un doppio arcobaleno aveva baciato la stessa piazza al momento del loro arrivo.

Poi tutti sono scesi in piazza, intrattenendosi a lungo per abbracci, autografi e selfie a volontà, con le coppe che hanno girato per la piazza in mano ai tifosi.  

(166)

LEAVE YOUR COMMENT