Home Attualità Carabinieri, incontri con gli anziani per evitare truffe e raggiri

Carabinieri, incontri con gli anziani per evitare truffe e raggiri

Carabinieri, incontri con gli anziani per evitare truffe e raggiri
17
0

Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Macerata continua a organizzare incontri rivolti agli anziani per sensibilizzarli su truffe e raggiri di cui potrebbero cadere vittima, distribuendo anche un apposito vademecum.

L’iniziativa segue l’indirizzo deciso dal Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, basandosi soprattutto sulla vicinanza garantita alle popolazioni dall’Arma dei Carabinieri, con particolare attenzione alle fasce deboli.

Gli incontri sono tenuti dai Comandanti delle Stazioni Carabinieri della provincia, in alcuni casi accompagnati dai Comandanti delle Compagnie di Macerata, Tolentino, Camerino e Civitanova Marche.

Carabinieri

Nel corso del 2021, in ambito provinciale sono stati tenuti organizzati 66 incontri, di cui 54 presso parrocchie e chiese dei vari Comuni, 12 presso circoli, associazioni di anziani o sale messe a disposizione dalle Amministrazioni Comunali, per un totale di circa 3.800 partecipanti.

Quest’anno sono stati effettuati 29 incontri (19 nelle parrocchie, 10 nei circoli e centri anziani, per un totale di circa 1.200 partecipanti) a Sarnano, San Severino Marche, Loro Piceno, Morrovalle, Potenza Picena, Porto Recanati, Montelupone, Camerino, Ussita, Pieve Torina, Fiuminata, Sefro, Pioraco, Castelraimondo, Matelica, Esanatoglia, Visso, Valfornace, Fiastra e Serravalle del Chienti.

Risultano in programma ulteriori 61 incontri (43 nelle parrocchie, 18 nei circoli e centri anziani), che saranno svolti nei prossimi mesi secondo un calendario concordato con le tre Diocesi operanti sul territorio provinciale.

Carabinieri

In occasione degli incontri è significativo che si riscuota sempre un alto gradimento da parte dei partecipanti, ai quali vengono fornite indicazioni e raccomandazioni sulle truffe e i furti più comuni, nonchè le accortezze da osservare per prevenire e scoraggiare i malintenzionati.

Particolare attenzione, ad esempio, deve essere posta ai finti operatori delle compagnie telefoniche, energetiche o assicurative che si presentano in casa, al furto con la “tecnica dell’abbraccio”, alla truffa dello specchietto, ecc…

Inoltre, è importante delineare la figura del truffatore e i vari modus operandi utilizzati per guadagnare la fiducia delle vittime e perpetrare il reato.

Le persone anziane, oltre a ricevere tutti i recapiti utili per richiedere aiuto, negli incontri vengono anche rassicurate e invitate a segnalare, prontamente e senza alcun timore, ogni situazione sospetta.

Infatti molto spesso chi cade in questo genere di raggiri tende a colpevolizzarsi eccessivamente e a provare vergogna per quanto accaduto, non riferendo il torto subito neanche ai propri familiari.

(17)

LEAVE YOUR COMMENT